La sessualità originaria – Parte 2 – Il gioco delle parti

Continua da : La sessualità originaria – Parte 1 – Tornare a sé stessi

 

 

 

 

 

Attrarre o essere attratti.

Prendere o essere presi.

La danza infinita degli opposti, il gioco delle parti che trova espressione ovunque sia possibile. La tua giornata scorre normalmente, come sempre, quando all’improvviso si attiva quella situazione, proprio quella li, alla quale tu non puoi resistere. Si tratta di un momento di potere immenso, che passa totalmente inosservato perché tutta la tua attenzione è rivolta all’oggetto del desiderio. L’osservazione del proprio comportamento in merito alle dinamiche sessuali è una via privilegiata per attivare stati di coscienza superiori, che regalano consapevolezze a volte fatali per la sicurezza che abbiamo nei confronti del nostro percorso di vita.

Andiamo a osservare quindi.

Il gioco delle parti ci possiede, ci controlla e ci gestisce. La nostra concezione della realtà, essendo duale, ci impone di vedere l’energia passiva come preda, e l’energia attiva come predatrice. Dal punto di vista esclusivamente terreno questo è ciò che accade, ma dal punto di vista multidimensionale siamo tutti delle prede, poiché siamo tutti posseduti dal gioco delle parti, e senza alcuna possibilità di scelta consapevole noi veniamo trascinati in una dinamica dalle connotazioni energetiche fortissime e irresistibili.

La letteratura esoterica è zeppa di informazioni riguardanti questo argomento che, molto umilmente, mi azzardo ora a riassumere con tre sole parole: noi siamo cibo. L’interesse ora non è quello di dilungarsi nella descrizione degli innumerevoli Arconti, Archetipi, Entità, Spiriti, e Demoni che ci utilizzano come cibo, i quali non hanno niente a che fare con il concetto di Male poiché non fanno altro che seguire la propria natura, ma suggerire possibilità alternative alla predazione totale.

Come accennato in un altro articolo, l’incontro con l’altro è un incontro con sé stessi, ed essere consapevoli di questo è la via d’uscita dalla dinamica appena espressa. Non sei più cibo per qualcosa, ma reimmetti l’energia in circolo in una dinamica evolutiva che ti riconnette con lo Spirito supremo. Esiste un modo per raggiungere questa consapevolezza e per intraprendere questo cammino? La risposta è: no, non esiste un modo. Esiste un percorso, esiste il tuo cammino, che non sai dove potrebbe portarti. Esiste l’ambiguità della vita, l’imprevedibilità degli eventi, e la speranza di una evoluzione collettiva.

Tuttavia.

Vi sono delle pratiche basilari utili per avvicinarsi all’uscita di questa situazione: l’offerta rituale.

Gli Spiriti sono affamati, e richiedono costantemente nutrimento. Se tu non glielo dai, loro se lo prendono, riattivando la dinamica sopracitata. Per tale motivo, l’atto rituale di offrire agli spiriti del nutrimento è stata una pratica adottata da molte culture per millenni. E’ possibile offrire qualsiasi cosa, cibo, oggetti, energie negative da rilasciare, realtà non più in linea con il nostro percorso, e così via. Questo tema verrà trattato a parte, poiché merita un approfondimento ulteriore.

Qui desidero fornirti uno strumento pratico e più pragmatico, se il tuo richiamo non è di tipo sciamanico. La prossima volta che tu proverai un’attrazione irresistibile verso qualcosa o qualcuno, se hai il coraggio, prova a fermarti, prendere questa energia, e tenerla dentro di te.

Osserva.

Stai fermo e non intervenire. Attenzione però: stai fermo e non intervenire non significa resisti, bensì possiedi tu la tua energia, e non essere vittima delle influenze esterne. Magari decidi di agire, e muoverti verso quella direzione. Non è detto che tu lo faccia, e non è scontato, ma se lo decidi accade che il tuo corpo inizia a muoversi. Il tuo corpo, che non sei tu, si muove per andare incontro all’oggetto del desiderio.

E tu osserva questo atto.

Questo incontro sei tu. Chi sta davanti a te, è un rappresentante di una parte di te. Per tale motivo, tu sei perfettamente in grado di proiettare questa energia verso qualsiasi altra persona o situazione. Tale atto è in grado di cambiare la tua vita drasticamente, se effettuato con potere e ferma volontà.

“Non tutti sono destinati a capire, ma tutti sono destinati a fare esperienza. Senza l’esperienza umana, con rispettivi fallimenti e la reiterazione di questi, non vi è la possibilità per nessuno di intraprendere un percorso di trasmutazione dell’energia. L’esperienza umana è appunto nutrimento in tal senso. Potenzialmente tutti hanno l’opportunità di trasmutare, ma realmente pochi lo faranno, perché questo non è il percorso che sono destinati a fare. L’accettazione di questo fatto è veicolo di incalcolabili guarigioni collettive.

Sii responsabile di te, e solo di te.

Salva te stesso.”

Thsh Clud.

Autunno.

 

Prosegue su : La Sessualità Originaria – Parte 3 – Sesso, Proiezioni e Amore

Sciamanesimo 2.0 è un progetto in costante evoluzione, indipendente, libero da pubblicità/spam e completamente autofinanziato, e presenta svariati contenuti gratuiti tra cui: dirette quindicinali su Instagram, articoli e post trasformativi, ampia disponibilità via Email e nei social network.
Ogni donazione, anche minima, è molto gradita, e verrà utilizzata per la crescita del progetto stesso.
Puoi scegliere se effettuare una donazione automatica a cadenza mensile o una tantum.
Se ti piace il progetto e vuoi sostenerlo, clicca sul pulsante qui sotto per effettuare la donazione che vuoi tu!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: