L’altro Te

“Io sono l’altro Te. C’è stato un tempo e un luogo nel quale tu sei nato, sei il risultato di un atto di volontà creativa, e la tua separazione è il risultato di un atto di volontà distruttiva. Trova te stesso nell’incontro con l’Altro. Tu sei un atto di Volontà.”

C’è un altro Te che cerca di comunicare. Parla una lingua che hai dimenticato, il suo alfabeto non è fatto di lettere ma di sensazioni, percezioni, visioni. Sta di fronte a te tutti i giorni della tua vita, e ha un volto sempre diverso: il tuo compagno o la tua compagna, un tuo familiare, il tuo capo, la cassiera del supermercato, il postino, il tuo cane o il tuo gatto. In qualsiasi modo tu definisca una di queste entità, tu definisci te stesso. Per conoscerti a fondo, elimina ogni definizione e apriti al mistero di ciò che potresti incontrare davanti a te. Ti hanno coercitivamente educato a visualizzare la realtà in una maniera ben definita. Risolvere questo schema può essere molto complicato, il conflitto mente-corpo che si è venuto a creare ti obbliga ad avere a che fare con un’intricata matassa di schemi, filtri, sistemi di percezione e di azione, ma uscirne grazie a un solo atto di Volontà è alla portata di tutti.

Nella realtà che viene perpetuata da svariati millenni a questa parte non vi è la consapevolezza di Unità, ma viene promossa la separazione delle parti. Da qualche decennio il mondo sta sperimentando un cambiamento di paradigma consistente, non vi è più necessità di promuovere una separazione e il concetto di Unità sta prendendo sempre più piede. Tuttavia stiamo discorrendo su concetti, non su consapevolezze; quando si tratta di consapevolezza è tutta un’altra faccenda. Il concetto di Unità, ormai ben saldo nell’ambiente olistico e New Age, rimane spesso su una prospettiva mentale, intellettiva. Il dolore perpetuato da alcuni ambienti olistici moderni è immenso, poiché si discorre su argomenti di Luce e Unità, e si ignora completamente il movimento interno di Ombra che agisce all’improvviso creando danni nella realtà percepibile dai sensi.

“Eppure è proprio grazie a tale dolore perpetuato che si può accedere ad un superiore livello di coscienza.”

E’ necessario fermare questa situazione con un atto di Volontà, rivolgersi al proprio interno e ascoltare la voce che ne emerge.

“Fermati, respira. Profondamente. Torna a te, adesso. Entra dentro di te e apri la Visione. Guarda l’altro Te, e li davanti a Te. Se tu gli dai un nome, una forma, una sostanza, si comporterà esattamente come lo definisci. Elimina ogni definizione e osserva. Entraci dentro, e lascia che entri dentro di te. Non vi è differenza tra Te, e l’altro Te.”

Un esercizio-gioco utile per affrontare questa situazione è questo.

Dividi il tuo carattere in più parti, sia positive che negative, e gioca a identificare una tua parte in una specifica persona che frequenti nella tua vita attualmente, tra quelle che vedi più spesso. Per esempio, hai una parte romantica? Prova a individuare la persona che, a sensazione e senza pensarci, rispecchia questa parte per te. Stessa cosa con la tua parte aggressiva, la tua parte timida, e così via. E’ importante effettuare tale processo senza utilizzare il ragionamento, poiché ragionando è facile accostare la parte romantica al tuo attuale partner, ma senza ragionamento potrebbero esserci dei risvolti inaspettati.
Gioca a trovare L’Altro Te, in tutte le direzioni che preferisci.

 

« Vi do un comandamento nuovo: che vi amiate gli uni gli altri. Come io ho amato voi, così amatevi anche voi gli uni gli altri. Da questo tutti sapranno che siete miei discepoli: se avete amore gli uni per gli altri. »   (Giovanni 13,34)

Thsh Clud

Autunno.

Sciamanesimo 2.0 è un progetto in costante evoluzione, indipendente, libero da pubblicità/spam e completamente autofinanziato, e presenta svariati contenuti gratuiti tra cui: dirette quindicinali su Instagram, articoli e post trasformativi, ampia disponibilità via Email e nei social network.
Ogni donazione, anche minima, è molto gradita, e verrà utilizzata per la crescita del progetto stesso.
Puoi scegliere se effettuare una donazione automatica a cadenza mensile o una tantum.
Se ti piace il progetto e vuoi sostenerlo, clicca sul pulsante qui sotto per effettuare la donazione che vuoi tu!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: